Un metodo a 4 passi per ottimizzare le tue attività di cyber-security aziendale

Nell'attuale panorama della sicurezza informatica in continua evoluzione, è più importante che mai disporre dei KPI standard (metriche di misurazione istantanea e di trend) attraversi i quali monitorare, valutare e gestire continuamente la cyber-posture aziendale.


Basate su dati oggettivi e comparabili, le valutazioni di sicurezza forniscono una misurazione dinamica delle prestazioni di sicurezza, consentendoti di valutare l'efficacia complessiva del tuo programma di cyber-posture e quindi la sicurezza della tua superficie esposta agli attacchi. Classifica le aree di rischio critico, soprattutto legate alla salvaguardia dei dati, presenti nel tuo ecosistema digitale e opera per priorità per ottenere il massimo impatto.



Passo 1. Identificare le aree di rischio sconosciuto


Man mano che la tua superficie esposta ad attacchi (#attacksurface) si espande con nuovi endpoint, dispositivi mobili, dispositivi IoT e connessioni al web, anche i rischi informatici aumentano. Con le “classificazioni di sicurezza”, è più facile ottenere informazioni utili sulle lacune nei controlli di sicurezza, come configurazioni errate, vulnerabilità e sistemi privi di patch, negli ambienti on-premise, cloud e di uffici remoti. Grazie a queste informazioni, puoi capire dove si concentra il rischio e prendere decisioni di riparazione informate. Per performare al meglio questo passo puoi usare sistemi di Vulnerability Management che eseguono continuamente degli assessment di vulnerabilità come Cybowall di Cybonet.


Passo 2. Traccia le prestazioni nel tempo


Per ottenere il massimo dai tuoi investimenti in sicurezza informatica, devi andare oltre le revisioni informatiche periodiche basate sulla conformità che forniscono solo un'istantanea delle tue prestazioni di sicurezza: la VA (vulnerability assessment) o il PT (penetration test) una-tantum non sono attendibili in quanto perdono di validità già dopo alcuni giorni dalla loro esecuzione. Poiché le valutazioni di sicurezza vengono aggiornate quotidianamente, i KPI rendono semplice valutare la tua cyber-posture in tempo reale e valutare come le tue prestazioni in specifici vettori di rischio cambiano nel tempo. Questo contesto e visibilità ti consentono di fissare obiettivi strategici e sviluppare piani di miglioramento basati sui dati.


Passo 3. Scopri i benchmark del settore


Non è mai stato così importante conoscere gli standard di prestazioni di sicurezza del tuo settore. Poiché le piattaforme di valutazione della sicurezza analizzano i dati su centinaia di migliaia di organizzazioni globali, rendono più facile che mai condurre analisi comparative a livello di settore e tra pari. Comprendendo il confronto tra la tua valutazione e quella di altre organizzazioni del tuo settore, puoi determinare la cyber-posture che dovresti raggiungere.


Passo 4. Riportare periodicamente al Board


Ora più che mai, è fondamentale disporre di una solida strategia per la creazione di report sul rischio informatico e sulle prestazioni dei programmi di sicurezza nel tempo. Poiché è stato dimostrato che le valutazioni di sicurezza sono correlate alla probabilità di una violazione, questa metrica rende più facile che mai quantificare il rischio sul business per l’azienda. Utilizzando le valutazioni di sicurezza, le metriche ed i trend sulla propria cyber-posture, è possibile tenere traccia delle variazioni al rischio informatico effettivo, capire l’impatto di specifiche implementazioni di protezione e valutare nuovi investimenti e relativi budget nel tempo. Proprio le informazioni che servono ad un board aziendale per prendere decisioni veloci e corrette.

Scarica ora ZERO-TRUST WHITE PAPER
Per vedere tutte le tipologie di attacchi evoluti che i sistemi di difesa classici non fermano.
Trovi anche le info dettagliate sull’innovativo approccio ZERO TRUST.

La tua richiesta è stata inoltrata!